CHE NON CI SONO POTERI BUONI – 12 GENNAIO @DIAVOLO ROSSO ASTI

Sabato 12 Gennaio, presso il Diavolo Rosso, CDL Felix Presenta… “Che non ci sono poteri buoni”

Fabrizio De André si è dichiarato anarchico fin dalle sue prime letture giovanili, alle quali si accostò dopo l’ascolto dei dischi di Georges Brassens che suo padre aveva portato da Parigi.

Non è un caso che il libro esca come numero speciale della rivista “A”, la sua preferita, che a volte nei concerti si metteva in tasca, con il logo di copertina ben visibile. Il volume si occupa esclusivamente del suo pensiero e lo fa in modo plurale. Sono stati ripresi il meglio degli articoli, saggi e interviste apparse su “A” che affrontano le mille questioni di cui si è occupato: carcere, ipocrisia piccolo-borghese, droga, popoli nativi, omo/trans-sessualità, zingari, maggioranze e minoranze, prostitute, guerra, ecc.

Apre il libro uno scritto di Dori sul proprio rapporto con l’anarchia. Sono riprodotti i testi del dossier “Signora libertà, signorina anarchia”; venti interviste realizzate da Renzo Sabatini con amici, collaboratori, “esperti” di tematiche approfondite da Fabrizio; notizie sui suoi concerti a favore degli anarchici (compresi quelli a Rimini 1975 e a Bologna 1976, di cui si sapeva poco o niente); altri scritti, testimonianze, poster, foto e disegni in parte inediti. Vi è poi la riproduzione di 25 pagine del volume L’anarchia, che Dori ci ha regalato, appartenuto proprio a Fabrizio. Ogni pagina ha sottolineature e annotazioni scritte di suo pugno, che testimoniano la meticolosità della sua lettura e anche la profondità delle sue riflessioni, con un occhio alla storia e uno all’attualità. Uno strumento prezioso e inedito per meglio comprendere come lavorava.

Ancora una volta, il pensiero di Fabrizio si conferma uno scrigno, una cassetta degli attrezzi per coloro che – anarchici/che o no – vogliano riflettere, sognare ma anche cercare di realizzare un mondo migliore, per quanto possibile di persone libere e uguali.

 

Le Scarpe dei Suicidi – 11 Luglio @OTTOLENGHI SUMMER

Mercoledì 11 Luglio, presso Ottolenghi Summer chiudiamo il ciclo di eventi “CDL Felix Presenta”.

Un resoconto, scritto con partecipazione e rabbia, che mette in luce la storia di tre anarchici: Edoardo Massari (Baleno), Maria Soledad Rosas (Sole), e Silvano Pellissero, arrestati il 5 marzo 1998 con l’accusa di essere gli autori di alcuni attentati contro i primi cantieri del TAV in Val di Susa. Il 28 di quel mese Baleno viene trovato impiccato nel carcere delle Vallette. L’11 luglio anche Sole muore nell’identico modo in stato di detenzione. Silvano sarà liberato 4 anni dopo.

In occasione della terza ristampa, presentazione del libro con l’autore Tobia Imperato.

Inizio ore 19:30, non mancate!

Il Medico di Luce – 03 Luglio @OTTOLENGHI SUMMER

Martedì 03 Luglio, presso Ottolenghi Summer proseguiamo con il ciclo di eventi “CDL Felix Presenta”.

“Il Medico di Luce. Un anarchico astigiano tra Montevideo e Barcellona” narra la vita di Virgilio Bottero, nato a Refrancore nel 1902, emigrato con la famiglia in Uruguay. Un medico, un anarchico, un uomo dalle forti passioni che nonostante la difficile convivenza con una malattia invalidante sente il bisogno di prendere parte alla rivoluzione spagnola.

Disse di lui Luce Fabbri, scrittrice ed anarchica italiana che fu sua amica e paziente: “Pochi esempi di freddo coraggio conosco, come questa lotta segreta fra una malattia ed un uomo, che contro di lei difende non la sua vita fisica, ma il suo lavoro, la sua battaglia per la giustizia, le sue possibilità di dare.”

Una ricerca storica a partire da frammenti di archivio che ci ha permesso di ricostruire le vicende appassionanti di questo astigiano. Presentazione a cura degli autori Stefano Brezzo e Werther Spessa.

Inizio ore 19:30, non mancate!

Il Medico di Luce. Un anarchico astigiano tra Montevideo e Barcellona. – Brezzo S. Spessa W. –> QUI

Non Avendo Mai Preso Un Fucile Tra Le Mani – 20 Giugno @OTTOLENGHI SUMMER

Mercoledì 20 Giugno, presso Ottolenghi Summer (cortile interno del Diavolo Rosso, Piazza S. Martino, 4 Asti), inizia il ciclo di eventi “CDL Felix Presenta”.

Il primo evento estivo sarà la presentazione del libro Non Avendo Mai Preso Un Fucile Tra Le Mani. Antifasciste Italiane Nella Guerra Civile Spagnola 1936-1939, di Cantaluppi e Puppini.

Un libro che raccoglie storie di donne che rifiutano con coraggio il fascismo e traducono gli ideali politici in azione. Donne che subiscono l’esilio, la prigionia; donne che partecipano alla guerra di Spagna come volontarie, certo, anche se “nessuno va volontariamente in guerra, ma è la necessità che ti porta ad agire e ad imparare cose che non ti saresti mai immaginata di dover, poter o saper fare”.

Presentazione del libro con Italo Poma, presidente dell’Associazione Italiana Combattenti Volontari Antifascisti in Spagna (AICVAS).

 

Inizio ore 19:30, non mancate!

 

Breve storia dell’ex-mutua occupata di via Orfanotrofio.

Siamo nel 1919. Ai primi di aprile le leghe sindacali astigiane, su iniziativa degli operai della Waya-Assauto, si incontrano e istituiscono una cassa iniziale di 10.000 lire per l’edificazione di una casa dei metallurgici in via Orfanotrofio n. 7.

Continue reading “Breve storia dell’ex-mutua occupata di via Orfanotrofio.”